Cambiare il pneumatico

Cambiare il pneumatico

Smontare o cambiare un pneumatico sulla propria moto è una operazione apparentemente semplice ma che richiede molta attenzione ad alcuni dettagli al fine di completare l’operazione con naturalezza e semplicità.

E’ molto utile saper utilizzare al meglio le leve per smontare il pneumatico al fine di sostituire, per esempio, una camera d’aria forata mentre si è in viaggio; è consigliabile quindi avere tra gli attrezzi il necessario per poter effettuare l’operazione che in caso di buona manualità non richiede più di 20 minuti.

Chi pratica enduro è sicuramente avvantaggiato in quanto è abituato a completare l’operazione di smontaggio pneumatici con naturalezza e velocità anche con mousse.

Attrezzi indispendabili:

  • almeno 3 leve smontagomme lunghe almeno 240 mm
  • attrezzo smonta valvola
  • compressore , pompa o aria compressa ( bombolette co2 con rubinetto )
  • chiavi mozzo ruota per la propria moto

Iniziamo con lo smontare la ruota sfilando il perno del mozzo, sfilare la catena dalla corona ed estrarre la ruota dal forcellone.

Fare attenzione ai distanziali ruota; preferibile toglierli per poi, una volta effettuata l’operazione, rimetterli nello stesso ordine in cui sono stati smontati, il destro a destra e il sinistro a sx.

Nel caso in cui il mozzo è provvisto di parastrappi sfilare la ghiera della corona e togliere i cuscinetti parastrappi.Svitare con l’apposito attrezzo la valvola della camera d’aria al fine di sgonfiare completamente la ruota.

Ora se possibile lubrificare il pneumatico tra tallone e cerchio al fine di “ammorbidirlo” e renderlo più elastico. Stallonare il tallone dal cerchio su entrambi i lati della ruota facendo scivolare il tallone del pneumatico con forza all’interno del canale del cerchio. Possiamo utilizzare anche il cavalletto della moto di un amico per fare leva sul pneumatico e spingere dentro il tallone.

Ora infiliamo le tre leve, a distanza di circa 10 cm, con delicatezza cercando di agganciare il tallone da estrarre; è bene posizionare le leve  a 90° o 180° rispetto alla valvola al fine di non dovere lavorarne a ridosso.

Infilando le leve tra cerchio e pneumatico è bene infilarle con delicatezza muovendone l’estremità tenendole ben a contatto con il cerchio; muovendo leggermente la leva è possibile sentire lo sfregamento metallico con il cerchio da una parte e ‘sentire’ il contatto con il tallone, sintomo di non aver “pizzicato” la camera d’aria.

Importante : il tallone del pneumatico, dalla parte opposta in cui abbiamo posizionato le leve, dovrà essere ben stallonato e dentro al canale del cerchio. Tirando sulle leve il tallone dalla parte opposta dovrà muoversi liberamente dentro al canale permettendo maggiore elasticità sull’area di lavoro.

Nel caso in cui montassimo le muosse infatti è indispensabile posizionare altre 2 – 3 leve dalla parte opposta di lavoro che faranno da ‘slitta’ permettendo al tallone di scivolare dentro al cerchio nel momento in cui agiremo sulle leve per estrarre il pneumatico.

Ora tirare in sequenza le tre o più leve posizionate a circa 8 – 10 cm con forza e il pneumatico uscirà dal cerchio.

E’ buona norma non estrarre mai le leve per riposizionarle ma farle scivolare sul cerchio per agire nei punti successivi del tallone, fino alla completa estrazione dello stesso.

Ora sfilare la camera d’aria e la valvola, girare la ruota sottosopra ed estrarre il tallone interno posizionando le tre leve sul cerchio sfilandolo. Importante controllare lo stato del canale del cerchio e del flap pulendolo a dovere. Una volta identificato il senso di marcia del nuovo pneumatico tramite la freccia indicativa sul fianco inumidire un pò il tallone per renderlo più elastico ed appoggiamolo sul cerchio inserendone l’estremità inferiore. Con le leve inseriremo completamente la parte superiore del tallone. Una volta inserita la valvola della camera d’aria inserirla all’interno del pneumatico avendo la cortezza che non sia attorcigliata; una volta inserita completamente è buona norma gonfiarla (anche senza tappo valvola ) fino al punto il cui il tallone ancora esterno si alza dal cerchio per pressione della camera. Questo permetterà di verificare che la camera d’aria sia montata omogenea e si posizioni correttamete in sede, riducendo notevolmente la possibilità di “pizzicarla poi con le leve”. Ora posizioniamo le tre leve tra cerchio e tallone esterno partendo dal punto della valvola e, facendo scorrere le leve senza mai estrarle inseriamo il tallone in sede. Buona norma far sì che l’ultimo punto di inserimento, ovvero quello che sarà più ‘tirato’, sia a 90° dalla valvola e non a ridosso della stessa. Procediamo sempre muovendo leggermente le leve cercando di sentirne il contatto metallico con il cerchio da una parte e ‘sentire’ il contatto con il tallone, tenendo sempre il tallone nella parte opposta di lavoro ben inserito dentro al cerchio per guadagnare elasticità. Nel caso in cui montassimo le muosse infatti è indispensabile posizionare altre 2 – 3 leve dalla parte opposta di lavoro che faranno da ‘slitta’ permettendo al tallone di scivolare dentro al cerchio nel momento in cui agiremo sulle leve per estrarre il pneumatico. Una volta inserito completamente il pneumatico nel cerchio gonfiare la camera d’aria fino all’intallonamento completo del pneumatico, avvitare il tappo valvola con l’apposito attrezzo e rimontare la ruota sulla moto; naturalmente reinserendo gli eventuali parastrappi nel mozzo, i distanziali e il perno. Prima di stringere il dado ruota tendere bene la catena affinchè siano corrette le batture dei registri della stessa; è possibile farlo infilando un cacciavite tra i denti corona e la catena facendolo incastrare tra catena e corona. Stringere il dado ruota, pompare il freno posteriore .      
DutchEnglishFrenchGermanItalianPortugueseRussianSpanish